• 0521287883
  • redazione@corradobarbieri.com

AEREI NELLA STORIA DI DICEMBRE è IN EDICOLA

AEREI NELLA STORIA DI DICEMBRE è IN EDICOLA

Con il numero di dicembre si chiude il 2021 e con questo “Aerei nella Storia” lascia la cadenza bimestrale per passare a quella mensile, da tempo richiesta a gran voce dai lettori.
Anche la West-Ward con quest’inizitiva intende fare la sua parte nel processo di “ripartenza” che pervade il paese, pur tra le non poche difficoltà che ancora persistono a causa della pandemia. “Aerei nella Storia” N. 141 (dicembre 2021) dedica largo spazio ad imprese eccezionali e ad aeroplani altrettanto straordinari.
Il primo articolo riguarda l’Impresa di Cattaro, cioè il bombardamento della base navale austroungarica da parte del  Distaccamento AR della Regia Marina, con la guida di Gabriele d’Annunzio.
Un articolo sui motori FIAT A.74 e Pratt & Whitney Twin Wasp chiarisce quale  “parentela” vi fosse tra essi. Nel campo della conservazione degli aerei storici si parla del B-26 Flak-Bait, il più tenace dei Marauder. A proposito di bombardieri della II Guerra Mondiale vi è un’inedita storia di B-17 che nel corso di una missione finirono incastrati uno nell’altro.
Molte pagine sono poi costituiscono l’articolo monografico principale dedicato al P-38 Lightning cui fa seguito una biografia del suo asso Dick Bong.
Ma  non mancano altri temi del massimo interesse: l’ancora carico di fascino Bachem Natter, l’SR-71 Blackbird con un autorevolissimo parere del pilota e i prototipi del leggendario F-4 Phantom II.
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~ 

Quindi è questa l’occasione per ribadire che il N. 142 uscirà a gennaio e sarà altrettanto ricco di contenuti.

L’articolo di apertura è una valutazione spassionata delle operazioni compiute dalla Luftwaffe e dalla V-VS sovietica a partire dalla primavera del 1941.


Il Messerschmitt Bf 110G è stato uno degli elementi portanti della caccia notturna tedesca, come ricorda uno degli articoli delle pagine seguenti.


Il secondo asso della Regia Aeronautica per numero di vittorie è stato Leonardo Ferrulli, cui è dedicato l’articolo successivo.


L’articolo monografico centrale della rivista riguarda l’Avro Lancaster che, secondo diversi storici, è stato il bombardiere più potente e versatile della Seconda Guerra Mondiale, soprattutto per la possibilità di impiegare bombe di grosso calibro e per impieghi speciali.


Ma su questo numero c’è anche molto altro, con le consuete rubriche e questi altri articoli: Quasi 90 anni fa dal Belgio al Congo, Yokosuka R2Y Keiun, L’USS Sea Lion imbarcava un Sikorsky HRS-1, Il Grande Safari, Big Ivan e le missioni Speedlight, Ferris Camouflage per l’F-15, Accadde alla Loring AFB…, E-166.


Un numero assolutamente da non perdere.
cb

Invia il messaggio

Privacy e cookies

West-Ward s.a.s. di Barbieri Corrado p.iva 02064940345